mercoledì 5 gennaio 2011

Indagine sui lettori di riviste musicali on-line

di Austino Attizzo

Introduzione
L’Osservatorio Socio-Musicale dell'Associazione Nazionale Associazioni Musicali della Regione Veneto, ha avviato un’Indagine da svolgersi due volte l’anno, atta a conoscere quali siano le valutazioni espresse – a consuntivo - da un campione molto ampio di membri delle associazioni aderenti nei confronti di un insieme di fonti informative in campo musicale (riviste, portali, stazioni radiofoniche, ecc.). L’obiettivo è monitorare gli andamenti dei gusti, sostenendone i processi di crescita e di sviluppo.
Il questionario, predisposto con la consulenza di esperti, è stato progettato allo scopo di conoscere più le tendenze che i dati quantitativi, in modo da disporre per tutti i membri informazioni tempestive, con limitato dispendio di tempo ed energie da parte dei rispondenti.
La numerosità campionaria prevista è di 300 lettori di riviste musicali online, stratificati per le tre riviste considerate (ondarock, sentireascoltare, storia della musica), e per l’essere o non essere lettori abituali di quanto pubblicato da Piero Scaruffi nel suo portale personale. L’obiettivo è stabilire se le variabili di stratificazione qui considerate hanno un’influenza statisticamente significativa sulle modalità di acquisto di cd musicali. In questo caso, è stato chiesto agli intervistati qual è il numero di album acquistati negli ultimi 3 anni.

Risultati
Il piano è così definito:




A questo punto eseguiamo l'ANOVA (Analysis of Variance) a due vie con variabile dipendente n° (Numero di dischi acquistati negli ultimi 3 anni) e con variabili indipendenti le variabili:
RIVISTA MUSICALE (Ondarock, Sentireascoltare, Storia della musica)
SCARUFFI (Si, No)
Le statistiche descrittive che se ne possono dedurre sono le seguenti:


Seguono risultati dell’ANOVA a due vie:


Come si può osservare l'Effetto principale RIVISTA MUSICALE è significativo (p < 0,001) così come l'Effetto d'Interazione RIVISTA MUSICALE * SCARUFFI (p < 0,001). Al contrario l'Effetto Principale SCARUFFI non è significativo (p > 0,05). Essendo questo Effetto composto da soli due livelli possiamo quindi concludere che non vi è differenza statisticamente significativa tra la media del numero medio di cd acquistati negli ultimi 3 anni da chi visita abitualmente il portale di Piero Scaruffi (79,18) ed il numero medio di cd acquistati negli ultimi 3 anni da chi NON visita abitualmente il portale di Piero Scaruffi (79,23).
A livello grafico la significatività dell'Effetto Principale RIVISTA MUSICALE può essere visualizzato nel seguente modo:


Appare chiaro come il numero medio di cd acquistati negli ultimi 3 anni dai lettori di Storia della musica (78,80) sia tendenzialmente inferiore rispetto alla stessa media calcolata per i lettori di Ondarock (79,43) e di Sentireascoltare (79,50).
Il test post-hoc di HSD di Tukey ci viene in aiuto per verificare quanto da noi appena ipotizzato:


Dai risultati risulta che il valore medio di dischi acquistati negli ultimi 3 anni dai lettori di Storia della musica (78,8) è significativamente inferiore (p = 0,000194) rispetto alla media di dischi acquistati negli ultimi 3 anni dai lettori di Sentireascoltare (79,5) e significativamente inferiore (p = 0,005676) rispetto alla media di di dischi acquistati negli ultimi 3 anni dai lettori di Ondarock (79,43).
Per quanto invece riguarda l'Effetto d'Interazione RIVISTA MUSICALE * SCARUFFI otteniamo il grafico che segue:


Ancora prima di osservare i risultati del test post-hoc possiamo verificare come sembra non sussistere alcuna differenza significativa tra la media di album acquistati negli ultimi 3 anni rilevata tra gli intervistati di classe Scaruffi: NO (79,23) e quella rilevata tra gli intervistati di classe Scaruffi: SI (79,18) all'interno del gruppo di lettori di Storia della musica.
Differente discorso invece per quanto riguarda il confronto tra i sottocampioni SCARUFFI: NO e SCARUFFI: SI in corrispondenza dei gruppi di lettori di Ondarock e di Sentireascoltare, per i quali i rapporti di grandezza tra i gruppi SCARUFFI: NO e SCARUFFI: SI sembrano invertiti (il numero medio di album acquisitati dal sottocampione SCARUFFI: NO è maggiore rispetto al numero medio di album acquistati dal sottocampione SCARUFFI: SI nel gruppo di lettori di Sentireascoltare, mentre per i lettori di Ondarock questo rapporto è inverso).
La seguente matrice di p-value è il risultato dell'analisi del test post-hoc HSD di Tukey:


Come ipotizzato, non vi è differenza significava (p = 0,95) tra la media di numero di album acquistati negli ultimi 3 anni misurata in SCARUFFI: SI (78,898) e quella misurata in SCARUFFI: NO (78,7) all'interno del gruppo di lettori di Storia della Musica.
Nello stesso tempo possiamo osservare come all'interno del gruppo di lettori di Ondarock la media di numero di album acquistati negli ultimi 3 anni misurata in SCARUFFI: SI (78,45) sia significativamente inferiore (p = 0,000123) rispetto alla media calcolata in SCARUFFI: NO (80,37).
Così come possiamo osservare come all'interno del gruppo di lettori di Sentireascoltare la media di di numero di album acquistati negli ultimi 3 anni misurata in SCARUFFI: SI (79,94) sia significativamente superiore (p = 0,002863) rispetto alla stessa media calcolata in SCARUFFI: NO (79,94).

10 commenti:

  1. Was a power analysis done to determine the number of specimens required in each test group to determine if statistical differences existed between groups? If so, please include this information. If not, please explain why not, and state how sample sizes were determined.

    RispondiElimina
  2. esiste un Osservatorio Socio-Musicale dell'Associazione Nazionale Associazioni Musicali? avevano ragione la gelmini e tremonti nel tagliare le stronzate superflue! fortuna che lo sfigato-tipo era l'ascoltatore di indie rock, a te la vita non ha dato proprio nulla!

    RispondiElimina
  3. anonimo 1: comprate un mac

    sdruz: that's a good point you make here. Let's wait for Austino to answer this :)

    anonimo 2: se si fosse informato bene avrebbe scoperto come l'Osservatorio è un'associazione riconosciuta sì dallo stato, ma che non beneficia di alcun contributo statale, sostenendosi solo sui contributi spontanei dei propri soci. Se anche la vita quindi non ha dato nulla all'Osservatorio, è l'Osservatorio che sta dando molto alla vita (musicale).

    RispondiElimina
  4. Nichijō no tawagoto8 gennaio 2011 13:53

    Peddonate l’ardire
    ma cossì peddete lettori èh!

    Uahahahaha ! ! !

    RispondiElimina
  5. Nichijō: ma così aumenta il prestigio (BAM!)

    RispondiElimina
  6. e un prestigio vale più di mille lettori.

    RispondiElimina
  7. A power Analysis hasn't been conducted because there wasn't any method for deciding what's the real effect size in the population. No substantive knowledge, no data based on previous researches... Nothing.

    RispondiElimina
  8. Nichijō no tawagoto15 gennaio 2011 11:27

    Ahhh! ma se è una questione di prestigio allora, capisco......................

    RispondiElimina
  9. hahaha
    voglio che la prossima volta inserisci nell'analisi anche il mio blog hahahahahaha

    RispondiElimina